gustavsson crg box winter series franciacorta
Photo credit: Wafeproject

Si è concluso con un bilancio positivo per il CRG Racing Team il weekend sulla pista di Franciacorta, dove si è svolta la 1ª edizione della Winter Series della Champions of the Future by RGMMC, anche se, l’evento organizzato dal promoter dei Campionati FIA, è stato pesantemente condizionato dalle tante penalità per azioni in pista, inflitte dai Commissari nel post gara. Tra i piloti CRG una penalità in tempo è stata assegnata sia a Gabriel Gomez in OK, che aveva chiuso in top ten un solido weekend, sia a Nikolas Roos nella OK Junior, anche lui autore di performance eccellenti per tutto il fine settimana.

Questo evento è stato il primo per il karting internazionale sulla pista di Franciacorta che, nel mese di luglio ospiterà una gara di Campionato Europeo e per questo motivo per tanti piloti si è trattato di un tracciato tutto da scoprire, o conosciuto solo in alcune sessioni di test invernali. Anche questo fattore ha generato alcuni errori in gara da parte dei piloti, ma il punto più importante è stato quello di indovinare il set-up migliore con pochi dati a disposizione, oltre al fatto che la pista da giovedì a domenica è migliorata molto in termini di grip.

Le gare sono state avvincenti e spettacolari come il karting internazionale ha abituato, anche se per i 5 piloti CRG impegnati in pista è mancata un po’ di fortuna. Nella categoria OK sono stati 3 i piloti schierati da CRG e fin dalle prove libere Gabriel Gomez è stato tra i più veloci, come già aveva dimostrato di poter fare lo scorso anno al FIA World Championship a Portimao. Il pilota brasiliano ha ottenuto il 5° posto nelle prove di qualificazione e poi il 7° nella classifica generale dopo le heat. Il podio era ampiamente alla sua portata, ma come detto un contatto di gara non l’ha solo attardato in pista, ma gli è costato anche 10” di penalità facendolo uscire dalla top ten. Sempre in OK è andato in crescendo il weekend di Viktor Gustavsson che, dopo delle prove di qualificazioni difficili, è risalto al 13° posto della classifica generale dopo le heat. Purtroppo poi in Finale il pilota svedese è stato subito coinvolto in un incidente ed è stato costretto al ritiro. È stato un weekend di apprendistato e affiatamento con la squadra, invece, quello del pilota spagnolo Adrian Malheiro, che ha mancato la qualificazione per un solo punto dopo le heat.

In OK Junior entrambi i piloti hanno fatto vedere grandi potenzialità, ma anche in questo caso una penalità per un contatto di gara ha retrocesso Nikolas Roos in Finale, mentre Sebastian Garzon Orozco (che nella Super Heat aveva fatto segnare il giro più veloce) è uscito di pista al primo giro della Finale, dopo aver disputato un weekend eccellente.

Dopo questo evento, la Serie Champions of the Future entrerà nel vivo con il Campionato su 4 prove che sarà utilizzato dai team per preparare il Campionato Europeo e che vedrà protagoniste le classi OK e OK Junior. Il primo appuntamento è in programma in Portogallo a Portimao il 27 marzo.

 

Il commento dei piloti CRG:

 

Viktor Gustavsson (OK): “Erano tre anni che non prendevo parte ad una competizione in OK e ho dovuto ritrovare il ritmo soprattutto in gara, ma nonostante il mio weekend sia stato caratterizzato da molti up and down il bilancio è positivo perché abbiamo avuto una buona velocità e raccolto molti dati utili su set up di telai e motore. Quest’anno prenderò parte alle gare FIA Karting anche in OK, oltre che in KZ e dopo questa gara ho molta fiducia per i risultati che possiamo ottenere. Il potenziale dei telai 2022 si è dimostrato elevato e già a Portiamo a fine marzo credo che saremo molto più competitivi”.

Gabriel Gomez (OK): “Fin dai primi giorni di prove libere mi sono sentito bene con il telaio e le gomme, come era stato per me il weekend del Campionato del Mondo. Ma in tanti momenti di gara la bagarre in pista è stata elevata e in Finale per un contatto ho perso la possibilità di stare con i primi e provare a lottare per il podio. Il ritmo in gara è stato molto buono e da questo punto di vista abbiamo fatto un passo avanti con la gestione dei set-up; ora possiamo dire di avere un pacchetto telaio-motore realmente competitivo”.

Nikolas Roos (OK Junior): “Ho iniziato il weekend con un po’ di pressione perché non conoscevo la pista e questa era la mia prima gara internazionale della stagione, dopo la pausa invernale. Ma il mio rendimento è andato in crescendo e nelle fasi finali siamo stati davvero veloci, sia io che il mio compagno di squadra Sebastian. Sono molto contento delle prestazioni del weekend, potevo chiudere tranquillamente la gara in top ten e abbiamo fatto alcuni set-up base che ci saranno molto utili durante la stagione”.